Gennargentu-Mandrolisai premiati come “comuni ricicloni”

Cagliari, 31 luglio 2019 – “In un periodo estivo non troppo facile per l’ambiente nell’Isola, finalmente una buona notizia: in Sardegna esistono territori dell’interno che esercitano buone pratiche sfiorando il 90% nella raccolta differenziata, come i comuni della Comunità montana Gennargentu-Mandrolisai”. Lo ha detto l’assessore regionale della Difesa dell’Ambiente, Gianni Lampis, commentando, questa mattina durante una conferenza stampa, il primo posto dell’ente territoriale isolano nella sezione “Cento di questi Consorzi” per la raccolta differenziata nella VI edizione di “EcoForum” sull’economia circolare, evento annuale organizzato da Legambiente, dove vengono premiate le eccellenze italiane in materia di raccolta differenziata e buone prassi.

La Comunità montana comprende undici comuni per un totale di circa 15.000 abitanti: nel Gennargentu, Aritzo, Austis, Belvì, Desulo, Gadoni, Teti e Tonara; nel Mandrolisai, Atzara, Meana Sardo, Ortueri e Sorgono. Nel 2015, la raccolta nel territorio si era fermata al 61,51%, i dati del 2018 testimoniano una crescita fino al 86,46%: “Entro il 2020, la Sardegna deve raggiungere il 70% nella raccolta differenziata, attualmente la media è del 65% – ha aggiunto l’assessore Lampis – Questi comuni virtuosi hanno anticipato i tempi, facendo capire ai propri cittadini che più si differenzia più si risparmia. Ma dobbiamo fare meglio, e la Regione vuole fare la sua parte, dove ci sono ancora difficoltà, come, per esempio, nelle zone costiere durante il periodo estivo. Inoltre, puntiamo a chiudere il ciclo del rifiuto all’interno dell’Isola ed in discarica deve arrivare la minore quantità possibile di rifiuti”.

Da parte dei sindaci della Comunità montana (erano presenti i primi cittadini di Aritzo, Atzara, Belvì, Desulo, Gadoni e Meana Sardo, insieme a Marcello Rosetti, direttore generale di Formula Ambiente, consorzio che si occupa della raccolta differenziata porta a porta nel territorio) è stata espressa piena collaborazione con la Regione “per raggiungere ancora migliori risultati, offrendo la nostra esperienza anche per un’ipotesi di progetto pilota da sperimentare in quelle zone dove ancora esistono difficoltà”.

“La vera sfida sulle tematiche ambientali si svolge nella fase di formazione delle giovani generazioni, quindi Istituzioni e Scuola devono svolgere al meglio il proprio compito”, ha concluso l’assessore Lampis.

Pomezia festeggia l’ambiente

Si è svolta questa mattina, nella Sala Consiliare di Pomezia, la prima edizione di “Pomezia festeggia l’ambiente”, organizzata dal Comune di Pomezia in collaborazione con il Consorzio Formula Ambiente e il Consorzio Nazionale dei Servizi. Una giornata dedicata alle buone pratiche di sostenibilità ambientale con una premiazione, il lancio di un videoclip sulle bellezze della città e l’esposizione dei mezzi ecologici che operano nel territorio comunale per la raccolta dei rifiuti.
Al termine dell’incontro, i ragazzi degli Istituti Comprensivi e Secondari di secondo grado del territorio sono stati premiati per il concorso “Differenziati con classe!”.

La giuria, composta da Anna de Simone (Comune di Pomezia), Francesca Leo (Consorzio Formula Ambiente) e Daniela Leone (Soc. Coop Erica) ha premiato:

– Scuole elementari (I e II elementari) disegno: 1° classificato IB – 2° classificato IE – 3° classificato IIA
– Scuole elementari (III, IV e V) disegno, racconto e fumetto: 1° classificato IIIE – 2° classificato IVB – 3° classificato IIIC+IIID
– Scuole medie, foto o collage fotografico: 1° classificato IB – 2° classificato ex equo IC e ID
– Scuole superiori, video/spot: 1° classificato VC – 2° classificato IIA.

Menzioni Speciali per la partecipazione attiva e l’impegno mostrato a:

– Giada Bruno (per la quantità di elaborati prodotti),
– Giorgia Pitruzzella (per la foto vincitrice tra i vari elaborati di un’unica classe)
– Classe IVB dell’Istituto Pestalozzi (per il miglior slogan).

Al termine della premiazione, è stato proiettato il videoclip “Pomezia è bella da mattino a sera”, un racconto delle bellezze della città, viste con gli occhi di una operatrice della raccolta differenziata, che dall’alba al tramonto vive Pomezia nelle sue bellezze e incontra i tanti cittadini che, quotidianamente, collaborano a tenerla pulita. (Per visualizzare il video cliccare) In Piazza Indipendenza infine, sono stati esposti alcuni dei mezzi ibridi ed ecologici che quotidianamente contribuiscono a rendere bella e pulita la città.

“Prosegue con grande entusiasmo la campagna di comunicazione sulla raccolta differenziata – dichiara l’Assessore Stefano Ielmini – In questi giorni sono stati protagonisti i bambini e i ragazzi delle scuole che hanno dimostrato di aver particolare sensibilità e interesse sui temi ambientali.”

“Quella di oggi – afferma il Sindaco Adriano Zuccalà – è una festa per tutta la città. Ogni volta che parliamo di ambiente è una promessa che facciamo alle nuove generazioni, e lo dobbiamo fare con tutta la serietà e la consapevolezza di cui siamo capaci.”

Pomezia festeggia l’ambiente

a partire dalle 10 di venerdì 31 maggio 2019

Pomezia (30/5/2019): Una giornata, venerdì 31 maggio, organizzata da Comune di Pomezia e Consorzio Formula Ambiente, per festeggiare l’ambiente e premiare le buone pratiche utili a preservare il nostro patrimonio ambientale: la premiazione del concorso “Differenziati con classe!”, il lancio del nuovo video “Pomezia è bella da mattino a sera” e l’esposizione, in Piazza Indipendenza, dei mezzi ecologici di Formula Ambiente che operano in città.

È arrivato al termine il concorso per le scuole “Differenziati con classe!” che ha coinvolto gli Istituti Comprensivi e secondari di secondo grado del territorio nel formulare un elaborato a tema ambientale. La giuria, composta da Anna De Simone per il Comune di Pomezia, Francesca Leo per la Formula Ambiente e Daniela Leone per Erica Coop assegnerà i premi venerdì 31 maggio alle 10 presso la Sala Consiliare.

Al termine della premiazione verrà proiettato il video “Pomezia è bella da mattino a sera”, realizzato da Formula Ambiente della durata di 3 minuti, che racconta la città di Pomezia attraverso gli occhi di una operatrice di Formula, dagli incontri del mattino, fino alle varie operazioni della giornata. Una carrellata di luoghi e situazioni tipici della città, per riscoprire quanto è bella Pomezia grazie, appunto, all’aiuto di tutti.

Formula Ambiente presenta i dati del bilancio 2018

il Consorzio si conferma protagonista nazionale della green economy

Cesenatico (23/5/2019): Sono stati presentati oggi, al Grand Hotel di Cesenatico, i dai del 2018 del Consorzio Formula Ambiente che confermano il trend positivo di crescita degli ultimi anni: il fatturato passa da 93 milioni del 2017 ai 103 del 2018, con un incremento dell’11% e un utile di 41 mila euro.

Dati incoraggianti stabili, quindi, e una crescita di fatturato anche dovuta all’acquisizione di nuovi servizi di raccolta e trasporto rifiuti urbani in Sardegna e nelle province venete di Padova e Rovigo.

I dati emersi dal bilancio 2018 confermano non solo la buona salute dei conti ma ritraggono anche un’azienda che investe (nel corso del 2018 sono stati fatti investimenti per 4 milioni di euro). Nella convinzione che solo un’impresa efficiente può creare valore e posizionarsi sul mercato, il disegno strategico perseguito è la volontà di accrescere la componente imprenditoriale dove tutta l’organizzazione si senta coinvolta. Consorzio Formula Ambiente è una grande cooperativa (sono infatti 1045 gli occupati, + 6,5% rispetto all’anno precedente) che presta servizio anche avvalendosi del lavoro delle cooperative aderenti al Consorzio (22 milioni di euro, + 22,50% rispetto all’anno precedente).

L’assemblea, aperta da un commosso ricordo di Guglielmo Russo, presidente di Legacoop Romagna recentemente scomparso e cui è stato dedicato un minuto di silenzio, ha visto tra i presenti al tavolo Andrea Cuni (direttore amministrativo), Giorgia Angeloni (responsabile legale), Ivan Casadei (presidente), Matteo Marchi (responsabile territoriale di Legacoop Romagna) e Marcello Rosetti (direttore). Il bilancio è stato approvato all’unanimità.

“Formula Ambiente – ha dichiarato Casadei – presenta oggi un bilancio in pareggio che consente di fare degli accantonamenti, una pratica fondamentale per mettere in sicurezza l’azienda in tempi di incertezza per chi lavora con le pubbliche amministrazioni. I dati positivi ci impongono accuratezza e l’azienda è solida e non teme le sfide del futuro”.

“Abbiamo aumentato il fatturato di più del 10% rispetto all’anno precedente – ha dichiarato Rosetti – e questo è in parte dovuto ai nuovi cantieri in Sardegna e Veneto, in parte però anche a una maggiore efficienza dei diversi settori: ciascuno infatti riporta piccole o grandi crescite. È questo che mi rende orgoglioso, che non ci sono settori in difficoltà ma che tutti concorrono alla crescita. Uno scenario positivo che è stato premiato da Cerved, l’importante agenzia di informazioni commerciali, che ci ha alzato il rating da B2.1 a B1.2 e un altro riconoscimento è arrivato da Cisa Ambiente che mi ha eletto presidente anche perché riconosce nel Consorzio una realtà solida e sana”.

“Fra le coop sociali del Consorzio – ha affermato Luana Grilli, di Coop il Madorlo – abbiamo 956 operatori. Un dato importante soprattutto se si considera che di questi, 347 sono persone svantaggiate, persone quindi che difficilmente sarebbero attive nel mondo del lavoro senza una struttura che le protegga. Esattamente questo è il ruolo della cooperative sociali”.

Mario Mazzotti, in conclusione, ha ricordato l’amico e presidente di Legacoop Romagna Guglielmo Russo. Ha inoltre affermato che l’anno concluso è stato complicato sotto vari aspetti e che i dati positivi del Consorzio valgono quindi ancora di più e che sono stati ottenuti grazie al duro lavoro di chi opera in azienda e grazie alla capacità di innovazione, che in ambiti come quello ambientale, è dato fondamentale.

Piccole mani, spiagge pulite

a Viserba i più giovani puliscono il litorale

Il 20 maggio prossimo Cisambiente, con il contributo di Formula Ambiente e Ciclat, porta in spiaggia 50 alunni di una scuola primaria. I carabinieri spiegheranno loro l’importanza del riciclo per dare seconda vita ad ogni rifiuto raccolto.

“Piccole mani, spiagge pulite”, è questo il nome dell’iniziativa che il 20 maggio prossimo radunerà a Rimini, 50 bambini della Scuola Statale Primaria «Flavia Casadei» di Viserba, a conclusione di un percorso iniziato ad Ecomondo 2018, e che prevede la raccolta dei mozziconi di sigarette, carta e plastica presenti sulle spiagge di Viserba. Iniziativa che si inserisce nel progetto “Piccoli ambientalisti crescono” che Cisambiente ha voluto fin dai suoi primi istanti di vita, cercando di dedicare alle nuove generazioni tutte le attenzioni formative che meritano.
Durante la raccolta, verrà spiegato ai bambini, con l’aiuto dell’Arma dei Carabinieri, che ogni singolo oggetto recuperato, può avere una seconda vita attraverso l’industria del riciclo. Industria che non può funzionare senza il supporto dei cittadini a sostegno della raccolta differenziata.
“Quella del 20 maggio è la giornata conclusiva di un percorso iniziato con questi ragazzi ad Ecomondo 2018. Il messaggio che vogliamo trasmettere ai più giovani è che solo con il lavoro delle loro stesse mani si può costruire un futuro migliore, che non ci sarebbe senza un ambiente sano” – è stato il commento del Direttore Generale di Cisambiente Lucia Leonessi.

L’idea progetto nasce dalla notizia che i litorali italiani ormai sono considerati delle piccole discariche. Su 64 arenili nazionali sono stati rilevati oltre 770 rifiuti ogni 100 metri di spiaggia, per un totale che supera i 180.000 oggetti spiaggiati.
Oltre al problema dei mozziconi, c’è poi quello delle bottiglie in plastica e dei rifiuti in carta e cartone, rifiuti quasi sempre destinati a finire in mare.
Solo irrobustendo il dialogo tra Istituzioni, Imprese e cittadini, si può puntare ad un futuro sempre
più sostenibile. Iniziative come quella di Viserba navigano in questa direzione.

Appuntamento dunque per il prossimo 20 maggio.
I giovani scolari che avranno raccolto più rifiuti dalle spiagge saranno premiati con delle medaglie che gli verranno consegnate da due aziende: Formula Ambiente, Consorzio che nasce dalla cooperazione e che offre il proprio contributo alle sfide sociali di ciascun territorio. Insieme a Formula Ambiente, premierà i bambini vincitori della mattinata, Ciclat, cooperativa che si
occupa di trasporti per l’ambiente.
E ‘grazie a queste due importanti realtà imprenditoriali, sponsor del progetto, che è stato possibile organizzare una giornata alla quale ha dato il suo contributo anche Hera Ambiente spa.

Chieti: un incontro sulla raccolta porta a porta

Raccolta Differenziata: l’Amministrazione Comunale e il Consorzio Formula Ambiente incontrano la cittadinanza venerdì 12 aprile

Un incontro per parlare delle nuove attività del Servizio di Igiene Urbana

Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, rende noto che venerdì 12 aprile 2019, dalle ore 16,30 alle ore 18,30, presso il Museo “Costantino Barbella”, in via C. de Lollis 10, si terrà un incontro aperto alla cittadinanza e, in particolare, agli amministratori di condominio, nel corso del quale saranno presentate le modifiche inserite nel nuovo appalto di gestione del servizio di igiene urbana e le nuove modalità di svolgimento della raccolta rifiuti.

Saranno presenti all’incontro l’Assessore alla Gestione del Servizio di Igiene Urbana, Alessandro Bevilacqua e i responsabili del Consorzio Formula Ambiente.
«L’incontro – spiega il Sindaco Di Primio – sarà l’occasione per presentare le nuove attività che la nostra città dedicherà all’ambiente, all’igiene e al decoro cittadino. Lo scorso dicembre 2018 è entrato in vigore il nuovo appalto di raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani; tanti sono i nuovi servizi introdotti, con l’obiettivo di soddisfare il benessere del singolo cittadino così come quello dell’intera comunità. Oltre alla tradizionale attività di raccolta dei rifiuti e trasporto ad impianti di smaltimento avremo: l’incremento del servizio di spazzamento e di pulizia stradale; una maggiore frequenza del lavaggio delle vie; gestione e manutenzione del verde urbano, delle aree attrezzate e dei parchi a carico del Consorzio Formula Ambiente; realizzazione e gestione di isole ecologiche informatizzate; integrazione del personale zonista, ovvero spazzamento manuale per il miglioramento qualitativo della pulizia delle strade; un aumento delle frequenze di raccolta della frazione differenziabile. Particolare attenzione sarà, poi, dedicata alla sorveglianza del territorio, soprattutto nei punti critici in cui spesso vengono abbandonati rifiuti pericolosi e ciò grazie all’utilizzo di droni e telecamere. Tra i nuovi servizi affidati a Formula Ambiente, oltre al Centro Raccolta, ci sarà anche la realizzazione del “Centro di Riuso”, la realizzazione e gestione di “isole a scomparsa”, la manutenzione e la pulizia delle fontane ornamentali e l’attivazione di due infopoint, sia nella parte bassa che in quella alta della città, per attività di comunicazione e informazione. A fronte di ciò – evidenzia il Sindaco – nel corso dell’incontro sarà poi posto l’accento sul rispetto
del Regolamento Comunale di Igiene Urbana, al fine di garantire maggior decoro alle nostre strade e ai marciapiedi e sarà comunicata la modalità di distribuzione dei nuovi mastelli, con l’introduzione di quello della raccolta del vetro, separato da plastica e multimateriale».

A Pomezia prosegue la comunicazione ambientale

tre incontri per imparare a differenziare al meglio

Pomezia (27/3/2019): Partiranno il prossimo sabato 30 marzo alle 10.30 al mercato di Pomezia – e proseguiranno alla stessa ora di martedì 2 aprile al mercato di Torvajanica per concludersi di nuovo sabato 6 al mercato di Pomezia – le analisi merceologiche realizzate da Cooperativa Erica per conto del Consorzio Formula Ambiente e inserite nelle azioni di comunicazione ambientale del Comune di Pomezia.

Le analisi merceologiche sono degli appuntamenti, condotti dal dottor Armando Mangone e la dottoressa Daniela Leone, in cui verranno analizzati i contenuti dei sacchetti della frazione indifferenziata conferiti da normali utenti e, una volta aperti, al pubblico verranno mostrati gli errori e comunicati i consigli per effettuare una differenziata migliore.

Cerved promuove il Consorzio Formula Ambiente

Cerved Rating Agency conferma la buona salute del Consorzio e assegna un voto migliore dello scorso anno

Cesena (26/3/2019): Cerved Rating Agency alza il racing del Consorzio Formula Ambiente che passa da B2.1 a B1.2.

Il rating di Cerved Rating Agency é un’opinione relativa alla capacità di un soggetto di onorare in modo puntuale i propri debiti finanziari in un arco temporale di breve termine.
Cerved ha definito il Consorzio Formula Ambiente come “azienda caratterizzata da un’adeguata capacità di far fronte agli impegni finanziari, che potrebbe risentire di mutamenti gravi ed improvvisi del contesto economico-finanziario e del mercato. Il rischio di credito è relativamente contenuto”.

Il Consorzio Formula Ambente è fra le poche realtà italiane che si sono sottoposte volontariamente all’analisi di Cerved e, va ricordato, il meccanismo dell’analisi prevede che una volta che un’azienda chiede di essere analizzata, poi non può decidere di ritirarsi, questo per rendere il voto il più trasparente possibile.

La dettagliata analisi, pubblicata sul sito www.formulambiente.it, prende in esame fattori di rating (modello di business e posizionamento competitivo, principali risultati economico-finanziari e liquidità), i fattori di rischio (rischio di mercato, rischio operativo, rischio finanziario, assunzioni di rating, sensibilità di rating), oltre alla proprietà e la struttura del gruppo, la governance e il management.

“Un risultato – ha dichiarato Marcello Rosetti, direttore generale del Consorzio Formula Ambiente e recentemente eletto presidente di Cisambiente – che ci rende orgogliosi e ci conferma che stiamo operando bene e nell’interesse della salute dell’azienda”.

Il Consorzio Formula Ambiente è una società cooperativa sociale che ha sede a Cesena e si occupa prevalentemente di gestione di rifiuti e del verde. Con un fatturato annuo di circa 100 milioni di euro, opera in Emilia-Romagna, Veneto, Piemonte, Toscana, Lazio, Abruzzo e Sardegna.

A Montesilvano si amplia il “porta a porta” e arrivano 5 nuove isole ecologiche

Approvato il bilancio, arriva l’annuncio di 2 nuove zone dove verrà attivato il porta a porta e l’installazione di 5 nuove isole ecologiche.

Il servizio di raccolta domiciliare verrà introdotto su via Vestina (nel tratto compreso tra il confine con Cappelle sul Tavo e via Tamigi) e su via Verrotti (dal confine con Pescara fino a via Di Giovanni). Nei prossimi giorni nelle aree interessate saranno consegnati i mastelli domestici che sostituiranno gradualmente i bidoni stradali. A ogni utente oltre al kit dei cassonetti, verrà consegnato il calendario e un piccolo manuale per il corretto conferimento.

«In questi anni – dichiara il sindaco Francesco Maragno – abbiamo lavorato tanto, cominciando dalla risoluzione di un contratto che era assolutamente fallimentare per il Comune. Abbiamo fatto dei notevoli passi in avanti, grazie a scelte precise e alla collaborazione da parte dei cittadini. Nel marzo 2017 abbiamo introdotto per la prima volta la raccolta porta a porta a Montesilvano colle che ha da subito prodotto risultati eccezionali. L’estensione di questa modalità di raccolta anche nelle zone del PP1 e al confine con Pescara ha ulteriormente potenziato tali risultati, portando la percentuale della raccolta differenziata dall’insufficiente 18%, che abbiamo trovato al nostro insediamento, all’oltre 31% di oggi. Introdurre il porta a porta anche in queste nuove aree darà sicuramente ulteriore impulso a questo progetto.  Siamo consapevoli che chiediamo un cambio di abitudini ai montesilvanesi ma siamo certi che sapranno apprezzare le novità introdotte e  collaboreranno attivamente con l’amministrazione per il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi che ci siamo prefissati».

«I dati che stiamo ottenendo – dichiara Paolo Cilli, assessore all’igiene urbana di Montesilvano – ci dicono che siamo sulla strada giusta. Il rifiuto indifferenziato è in continua diminuzione, i cittadini vedono il maggior decoro nel nostro territorio e capiscono che il cambio che chiediamo nelle loro abitudini domestiche è per il bene di tutti e soprattutto delle future generazioni. Ma c’è anche un’altra novità sul territorio –  annuncia Cilli -. Ieri sono state installate 5 nuove isole ecologiche, attive h 24, che andranno così ad affiancarsi a quella già esistente da oltre un anno, su via Aldo Moro, angolo via Spagna».

Le isole si trovano in:
– Piazza Giardino adiacente campo sportivo;
– Via Vestina angolo Via Verdi;
– Piazza Trisi;
– Corso Umberto, Via Idro, adiacente lo svincolo della circonvallazione;
– Via Verrotti direzione sud – nord.

Le isole ecologiche sono delle strutture in cui chiunque può conferire i propri rifiuti, correttamente differenziati, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Queste nuove isole, così come il centro di raccolta di via Inn, saranno di supporto per coloro che per vari motivi non riescono o non possono conferire i loro rifiuti secondo il calendario prestabilito. Nelle isole è possibile conferire carta, plastica, vetro, organico e secco residuo (come ad esempio pannolini).

«L’utilità di queste isole ecologiche è evidente a chiunque –  dichiara Nicola della Corina, responsabile per l’Abruzzo del Consorzio Formula Ambiente – basti pensare che quella che abbiamo inaugurato il 5 gennaio del 2018 in via Austria ha finora fatto registrare una media giornaliera di 40 conferimenti per un totale complessivo di 15.720 conferimenti (di cui il 20% di secco residuo, 30% organico, 10% vetro, 20% carta e il restante plastica e lattine). Ogni isola è dotata di riconoscimento dell’utente attraverso la tessera sanitaria ed è controllata attraverso un sistema di video sorveglianza per evitare abbandoni e vandalismi.

«Il nostro percorso non si conclude qui –  annuncia il primo cittadino –. In via Nilo, entro aprile sorgerà il primo centro del riuso, un luogo dove potranno essere portati materiali e oggetti che per qualcuno non sono più utili, ma che lo possono diventare per altri, con il fine di evitare che oggetti che hanno ancora un valore vadano a finire in discarica aumentando i costi della raccolta e dello smaltimento per gli utenti. Entro la fine dell’anno, inoltre, verrà realizzato anche il secondo centro di raccolta del territorio a Montesilvano Colle».

Pomezia: “a scuola di compostaggio”, partono gli incontri formativi

Si è tenuto venerdì, presso la Biblioteca Civica Ugo Tognazzi, il primo incontro dedicato al compostaggio domestico, organizzato da C.N.S. e Consorzio Formula Ambiente con gli operatori della cooperativa Erica.
L’appuntamento è inserito tra le azioni di comunicazione ambientale del Comune di Pomezia per l’anno 2019, ed ha avuto come finalità quella di spiegare come operare correttamente nel compostaggio domestico e gli strumenti da utilizzare. In alcune aree del comune di Pomezia, quelle dove sono presenti residenze con giardino, è possibile per i cittadini provvedere autonomamente allo smaltimento del proprio “scarto umido”, ottenendo così uno sconto sulla tassa e la possibilità di utilizzare il compost ottenuto come fertilizzante naturale per il proprio terreno.

“L’incontro è stato molto significativo; è importante capire ed operare correttamente per quanto riguarda il compostaggio domestico – ha affermato Stefano Ielmini Assessore al Bilancio e alla Raccolta Differenziata – Altro aspetto da non sottovalutare, rivolto ai residenti che possiedono un giardino è la possibilità di provvedere autonomamente allo smaltimento del proprio “scarto umido”, ottenendo, in aggiunta, uno sconto sulla tassa dei rifiuti”

“Bisogna incentivare i pometini a separare sempre più i rifiuti partendo dai luoghi domestici – ha dichiarato Adriano Zuccalà – Cicli d’incontri come questo sono importanti per capire come trattare personalmente i rifiuti; operazione cruciale per il raggiungimento di un grande risultato, ovvero l’aumento, come da obiettivo, della percentuale di raccolta differenziata.”