La Cooperativa Arborea e il Consorzio Formula Ambiente per una nuova mobilità sostenibile in Sardegna

Se n’è parlato al IV convegno Isola dell’Energia, Sardegna leader del GNL nel mediterraneo

Si è svolto negli scorsi 12 e 13 aprile all’università di Cagliari il 4° convegno “Isola dell’Energia: Sardegna leader del GNL nel Mediterraneo” promosso da Conferenza GNL e Associazione GNL.
Durante le giornate di lavoro è intervenuta la Cooperativa Arborea, importante realtà del mondo dei latticini, che ha in animo di produrre BIOMETANO dai reflui zootecnici degli allevamenti dei propri soci.

Il biometano prodotto sarà usato come carburante per parte dei mezzi del Consorzio Formula Ambiente che operano nelle città della Sardegna.
Con questa innovativa e inedita pratica ideata da Arborea e sperimentata da Formula Ambiente, nell’isola potranno viaggiare mezzi non inquinanti e alimentati da, se così si può dire, metano prodotto a km zero!

La Sardegna ha oggi la possibilità di essere protagonista in un ambito fondamentale della transizione energetica, la graduale sostituzione dei prodotti petroliferi con il gas naturale, grazie alla metanizzazione con il GNL, gas naturale liquefatto. L’isola è la regione mediterranea che più di tutte può sfruttare l’impiego integrato del metano liquido in ogni possibile campo di applicazione, in assenza di approvvigionamento di gas naturale via gasdotto. L’uso del metano liquido in piccola taglia è coerente e sinergico con il processo di decentramento e di diffusione territoriale che sta caratterizzando le diverse filiere energetiche rinnovabili in tutto il mondo. Per dimensione e articolazione potenziale il GNL è una vantaggiosa soluzione tecnologica che può fungere da volano di sviluppo e favorire un ampio accesso all’energia anche nelle economie emergenti, in un contesto globale di sviluppo industriale.

In Sardegna, regione con consumi petroliferi doppi rispetto alla media nazionale, il metano liquido potrà dimostrare la sua capacità di penetrare in tutti gli ambiti di possibile applicazione: trasporti marittimi, terrestri pesanti, trasporti pubblici regionali, ferroviari non elettrici, impieghi industriali e nelle reti cittadine in forma di gas. Mai il termine “hub”, ha avuto un maggiore valore potenziale come in questo caso: importare, valorizzare, utilizzare, associare servizi e riesportare. Da questo impulso la grande opportunità di un efficientamento spinto di tutto il settore produttivo ma anche di quelli commerciale e residenziale. Grazie al GNL la Sardegna potrebbe divenire una delle grandi isole più ecologiche del mondo, con ridotte emissioni di zolfo, azoto, polveri sottili e CO2 e tra quelle con le acque marine più pure. I previsti consumi interni di metano liquido e gassoso appaiono sufficienti per l’insediamento di industrie dell’indotto e di trasformazione con la successiva opportunità di consolidarsi, fare esperienza e proporsi all’estero.

Infine il costo del GNL: essere un hub significa poter importare e riesportare, avere buoni consumi e capacità di stoccaggio, disporre di un sistema logistico solido ma flessibile, insomma essere un vero mercato concorrenziale, liquido e diversificato per provenienze e tipologie di consumo.

L’evento promosso dall’Associazione GNL Sardegna e da ConferenzaGNL vuole essere un’occasione di approfondimento e dibattito tra i responsabili istituzionali e gli operatori nazionali e regionali del settore sulle opportunità/sfide connesse a un adeguato sviluppo degli usi diretti del GNL nella fase di avvio della  metanizzazione dell’isola.

Il GNL è un fattore essenziale della “transizione energetica”, destinato a sostituire gradualmente i derivati del petrolio nei trasporti marittimi, terrestri pesanti, nelle industrie e nelle reti isolate con una drastica riduzione delle emissioni di zolfo, di polveri sottili, azoto e CO2.

L’uso del GNL può fare della Sardegna la grande isola sviluppata più ecologica del mondo, consolidandone la vocazione turistica; l’impiego del GNL nelle attività economiche e civili è un’occasione di sviluppo tecnologico e rilancio industriale efficiente.

 

A Formula Ambiente sta a cuore la salute

Sai perché noi di Formula Ambiente abbiamo scelto di essere tra i protagonisti della quinta edizione di Diabetes Marathon? Perché abbiamo conosciuto la storia di Mia, che ha il diabete dall’età di tre anni e ora che di anni ne ha sette è sempre più consapevole che il diabete è una condizione con cui dovrà convivere tutta la vita. Sono circa 4 milioni le persone con diabete in Italia e Mia è una di loro. Vogliamo essere al fianco di Mia, della sua famiglia e di tutte quelle persone che non possono scegliere di tenere il diabete fuori dalla porta di casa.

In questo video promo potrai rivivere le emozioni delle passate edizioni:

https://www.youtube.com/watch?v=mA1Z8imkU90

La quinta edizione di Diabetes Marathon si inaugurerà venerdì 6 aprile con una cena benefica e l’intervento artistico del grande artista Roberto Mercadini. Venerdì 13 aprile in Piazza del Popolo a Cesena Diabetes Marathon Music assieme a Radio Studio Delta per un grande concerto solidale. Saliranno sul palco a raccontare le loro storie con il diabete bambini che non si sono lasciati rubare il sorriso, giovani e adulti che non si sono lasciati abbattere da questa subdola malattia. Protagonisti al loro fianco grandi nomi del panorama musicale italiano. Sabato 14 aprile a Riccione, convegni, seminari, laboratori sull’alimentazione, la prevenzione delle complicanze e un incontro sui “cani allerta diabete”. Domenica 15 aprile al Campo di Atletica C. Gotti di Forlì per podisti e famiglie, camminate, corse competitive e attività per bambini. Nel programma delle giornata momenti di prevenzione e esibizioni sportive. Il ricavato dell’intera manifestazione contribuirà a migliorare la vita di adulti e bambini con diabete finanziando professionisti, strumentazione sanitaria e i campi formativi per famiglie.

Formula Ambiente corre Diabetes Marathon 2018 perché vogliamo che un giorno il diabete non abbia più potere di decidere della vita di nessuno! Corri con noi!

Per iscriversi alla manifestazione e conoscere in maniera più dettagliata l’evento, basta visitare il sito www.diabetesmarathon.it, scrivere a info@diabetesmarathon.it o contattare il n. 388/1613262.

Formula Ambiente con il comune di Tortolì tra le best practice del #wasteinprogress

il forum internazionale sulla gestione dei rifiuti urbani in corso a Girona il 21, 22 e 23 febbraio

Si è svolto a Girona (Spagna) il secondo forum internazionale sulla gestione dei rifiuti urbani. Il focus di questa edizione è stata la presentazione di casi di studio di successo con modelli di raccolta dei rifiuti provenienti da città di tutto il mondo con risultati di riciclaggio superiori al 60%.

Inoltre sono stati presentati casi di particolare successo relativi alla gestione dei rifiuti in occasione di grandi eventi, luoghi con caratteristiche speciali e località turistiche che in determinati periodi dell’anno vedono moltiplicate le presenze (e quindi anche i rifiuti prodotti).

Tra le presenze di rilievo del forum i responsabili del Giro d’Italia come esempio di buona pratica in occasione di grandi eventi, i responsabili della gestione dei rifiuti dell’isola di Maiorca per la Spagna e dell’Isola di Krk per la Croazia, i responsabili di Disney World di Orlando (Usa) e Consorzio Formula Ambiente (Cesena) che gestisce la raccolta dei rifiuti in 6 regioni italiane.

Il Consorzio Formula Ambiente durante il forum ha presentato la propria esperienza di raccolta rifiuti nel comune di Tortolì (Sardegna) dove la raccolta differenziata, svolta dal Consorzio dal 2015, si attesta stabilmente al 90%, un risultato eccellente che ha fatto ottenere all’ente il titolo di “Comune Riciclone” 2016 consegnato alla città da Legambiente.

Alla manifestazione di Girona è stato invitato a tenere una relazione il Direttore della Produzione del Consorzio Formula Ambiente l’ingegnere Matteo Brighi che ha ricordato come questo felice risultato non sia una casualità ma il frutto di un duro e serio lavoro che dura da anni. La sensibilità ambientale è infatti un caposaldo dell’azienda da tempi remoti, lo dimostra il fatto che è tra le prime 5 realtà private nella graduatoria nazionale del settore dei servizi ambientali, da sempre contraddistinta in ambito regionale e nazionale per il proprio impegno nel campo della sostenibilità, con una flotta mezzi prevalentemente a propulsione green (metano, elettrici o gpl) e una sede totalmente autosufficiente costruita secondo i più moderni standard architettonici e ingegneristici come dimostrato dalla certificazione ottenuta CasaClima.

L’Ing. Brighi, durante il suo intervento, ha relazionato su come sia stato reso possibile “ingegnerizzare” la raccolta rifiuti in un comune altamente turistico che per circa 5 mesi l’anno moltiplica la produzione di rifiuti: intensificando i giorni di raccolta per le utenze domestiche e non, incrementando la comunicazione verso i non residenti e turisti, creando numerosi ecopunti nei luoghi a maggiore intensità turistica ma anche e soprattutto attraverso un uso massiccio di strumenti tecnologici: tracciamento dei mezzi con dispositivi satellitari per studiare i percorsi migliori evitando inutili sprechi, identificazione puntuale degli utenti che conferiscono i propri rifiuti, analisi puntuale delle quantità e qualità dei rifiuti e incremento della raccolta in base alle effettive necessità.

“I risultati ottenuti – ha concluso Brighi – dimostrano chiaramente che è possibile raggiungere percentuali di raccolta differenziata prossime al 90% in territori anche complessi attraverso l’impegno e la serietà nello svolgere ognuno i propri compiti, che una matura gestione del ciclo dei rifiuti può e deve essere un valore fondamentale per un territorio ad alta vocazione turistica.
La partecipazione a questo forum internazionale ha dimostrato chiaramente che l’Italia non è e non deve essere il fanalino di coda in materia ambientale ma soprattutto abbiamo dimostrato ad altre importanti città estere come anche in Italia esistano realtà di eccellenza in termini di sostenibilità ambientale e aziende altamente professionali in grado di ottenere tali eccellenti risultati”.

Montesilvano “Abbandona le cattive abitudini”

Presentata oggi la campagna per sensibilizzare la cittadinanza sul problema dell’abbandono dei rifiuti in strada

MONTESILVANO (16/2/2018): È stata presentata oggi la campagna “Abbandona le cattive abitudini” ideata e prodotta dal Comune di Montesilvano e dall’Ati Formula Ambiente e Sapi per sensibilizzare la cittadinanza sulla problematica dell’abbandono dei rifiuti in strada.

A partire dal marzo 2016, il Comune di Montesilvano ha installato diverse foto trappole, puntando l’occhio delle fotocamere nei punti più sensibili del territorio. Grazie a questo sistema sono state individuate e sanzionate circa 220 persone, sorprese ad abbandonare i rifiuti sul ciglio della strada, per un ammontare complessivo di quasi 27.500 euro. In alcuni casi le foto, dovutamente oscurate per non consentire il riconoscimento, sono state diffuse agli organi di stampa.

La campagna “Abbandona le cattive abitudini, non lasciare i rifiuti in strada” riproduce le foto scattate dalle foto trappole ma qui, anziché essere ritratti veri inquinatori, si sono prestati scherzosamente alcuni dipendenti di Formula Ambiente.

La campagna di sensibilizzazione partirà lunedì 19 febbraio con numerose affissioni murarie, spazi sui giornali e altri organi di informazione e terminerà nei primi giorni di aprile.

«Con questa campagna di comunicazione – dichiara il sindaco di Montesilvano Francesco Maragno – vogliamo proseguire il percorso avviato dalla nostra Amministrazione, volto a sensibilizzare i cittadini al rispetto e alla tutela dell’ambiente e del decoro urbano. Dopo l’introduzione del sistema di raccolta porta a porta, a Montesilvano Colle dove abbiamo raggiunto un’eccezionale percentuale di differenziazione dei rifiuti, pari a circa l’80% e la sua estensione, proprio in queste settimane, anche nei quartieri PP1 e della zona nord al confine con Pescara, abbiamo anche posizionato un’isola ecologica che permette il conferimento dei rifiuti differenziati h24, andando quindi incontro a tutti coloro che intendano conferire i rifiuti anche fuori dagli orari prestabiliti. Ogni singolo atto che è stato posto in essere in questo progetto condotto in sinergia con Formula Ambiente, è stato orientato a fornire tutti gli strumenti ai montesilvanesi per lavorare al nostro fianco e rendere Montesilvano virtuosa e più pulita. Abbandonare i rifiuti in strada è un atto di grande inciviltà, dal momento che, anche per liberarsi di materiali ingombranti contattare la ditta e programmare il ritiro, inoltre è stata da poco approvata la realizzazione di un centro di raccolta che sarà operativo in primavera. Con questa campagna di sensibilizzazione vogliamo scuotere i nostri concittadini e le persone che dai Comuni limitrofi transitano sul territorio e spesso, purtroppo, si rendono protagonisti di tali atti vili ed irrispettosi dell’ambiente».

«Come Formula Ambiente – dichiara Nicola della Corina, responsabile dell’Abruzzo per l’azienda – sentiamo la responsabilità di fornire un servizio sempre puntuale ed efficiente per la comunità di Montesilvano e ci è sembrato normale prestarci come comparse in questa campagna che sarà ospitata anche sulle fiancate dei nostri mezzi».

A Maracalagonis: buone notizie sul fronte dell’ambiente.

A Maracalagonis differenziata a +10%, incontri per sensibilizzare la cittadinanza e nuovi ecocentri

Maracalagonis (Cagliari, 9/2/2018): Sono positive e incoraggianti le notizie sul fronte ambientale che riguardano il Comune di Maracalagonis: nel 2017 la raccolta differenziata è aumentata del 10% rispetto l’anno precedente, sono in programma incontri informativi con la cittadinanza e sono state individuate nuove aree dove creare ecocentri per la raccolta dei rifiuti.

È un bilancio positivo quello della raccolta differenziata nel comune di Maracalagonis, passato dal 64% di differenziato del 2016 al 74% del 2017. Un risultato che consente di destinare 77 tonnellate di rifiuti in meno agli inceneritori con conseguente miglioramento della qualità della vita di tutti.

“Siamo orgogliosi di questo risultato – ha affermato Mario Fadda, sindaco di Maracalagonis – che ci conferma la bontà del nostro percorso. Siamo consapevoli che il porta a porta richieda uno sforzo in più ai nostri concittadini però i risultati arrivano e vanno celebrati: questa sensibile diminuzione di rifiuti da conferire in discarica consentirà di abbassare la tassa sui rifiuti. Siamo un comune sensibile al tema ambientale e ci sta a cuore il decoro della città. Con il porta a porta, infatti, abbiamo aumentato la percentuale di differenziata e allo stesso tempo abbiamo fatto sparire i cassonetti dalle nostre strade. Di questi risultati voglio ringraziare i miei concittadini”.

“Nel 2017 – dichiara Giampiero Pau, della ditta Formula Ambiente incaricata della raccolta a Maracalagonis – abbiamo raccolto 1000 tonnellate di organico, 354 tonnellate di vetro e lattine, 260 tonnellate di carta e cartone, e 777 tonnellate di indifferenziata. Un risultato che conferma l’efficienza del sistema di raccolta e mi dà la possibilità di ringraziare pubblicamente gli operai e i lavoratori di Formula Ambiente che hanno contribuito al raggiungimento di questo risultato”.

Nel corso dei prossimi mesi saranno organizzati diversi incontri con la cittadinanza per informare sul corretto conferimento dei rifiuti: in primavera si terranno delle giornate con gli studenti delle scuole di Maracalagonis (sono in corso gli accordi per individuare date disponibili) e con la cittadinanza che si terranno a Torre delle Stelle.

Infine Fadda ha ricordato che l’ecocentro di Torre delle Stelle è in fase di restyling che terminerà entro il mese di maggio mentre a Cuccuru e Uga è stata individuata un’area per la quale si sta predisponendo la progettazione: 7.000 metri quadri di superficie complessiva di cui la metà dedicata a ecocentro comunale (realizzato da Formula Ambiente e che resterà di proprietà del Comune), l’altra metà destinata al cantiere operativo (rimessaggio, spogliatoi, lavaggio mezzi ecc) di proprietà del Consorzio Formula Ambiente. Di entrambe le aree l’urbanizzazione sarà a completo carico di Formula Ambiente.

Inaugurata la prima isola ecologica di Montesilvano

Nel casotto sarà possibile conferire i propri rifiuti, differenziandoli, 24 ore su 24
Montesilvano (5/1/2018): È stata inaugurata oggi, alla presenza di Francesco Maragno e Paoli Cilli, rispettivamente sindaco e assessore all’ambiente di Montesilvano, Marcello Rosetti, Nicola della Corina e Giovanni Petroro per Formula Ambiente e Sapi, la prima isola ecologica di Montesilvano.

Il casotto, di 6,50 x 2,20 metri, si trova in via Aldo Moro angolo via Portogallo, nel parcheggio del lato antistante il centro di intrattenimento Porto Allegro, e consente il conferimento dei rifiuti h24 attraverso il riconoscimento dell’utente con tessera sanitaria. L’isola, video sorvegliata per evitare atti di vandalismo, è completamente automatizzata e segnala agli addetti quando i carrelli interni sono pieni e quindi è necessario lo svuotamento.


«Grazie a questa isola – afferma Cilli – sarà più facile per chiunque conferire i rifiuti in ogni momento. Penso ad esempio a chi non può aspettare il giorno della raccolta di quello specifico rifiuto o anche ai turisti che abitano la nostra città per brevi periodi e si concentrano proprio in questa zona».

«A Montesilvano – afferma Marcello Rosetti, direttore generale di Formula Ambiente – stiamo lavorando alacremente per migliorare la raccolta e per i risultati ottenuti dobbiamo ringraziare l’Amministrazione perché ci sta mettendo in condizione di lavorare bene, la cittadinanza che ha subito compreso il cambio di passo e sta collaborando attivamente e i lavoratori che quotidianamente operano nel territorio».

«Quest’isola – dichiara Nicola della Corina del consorzio Formula Ambiente e Sapi – è uno strumento moderno per conferire il rifiuto differenziato e si inserisce in un percorso che stiamo attuando in accordo con il Comune di Montesilvano».


«Al nostro insediamento – dichiara il primo cittadino, Francesco Maragno – abbiamo trovato una Montesilvano che indossava la maglia nera per una gestione dei rifiuti inadeguata. Oggi abbiamo cambiato nettamente il passo. L’eliminazione dei cassonetti stradali ha migliorato il decoro urbano e scoraggiato tutti quegli incivili che troppo spesso creavano delle vere e proprie discariche a cielo aperto. Le percentuali della raccolta differenziata migliorano costantemente grazie all’introduzione del sistema porta a porta spinto, che è già realtà Montesilvano Colle e che proprio in queste settimane sta coinvolgendo le zone del Pp1 e al confine nord. Tutti questi risultati sono possibili grazie alla collaborazione dei cittadini che si sono dimostrati attenti e desiderosi di imprimere una vera svolta insieme a noi. Il nuovo sistema, infatti, ha consentito il raggiungimento dell’80% di rifiuti differenziati a Montesilvano Colle. Significativo il dato assoluto di riduzione dei rifiuti indifferenziati pari a circa 1.213 tonnellate. Vogliamo che questa isola ecologica, che ci è stata donata da Formula Ambiente e Sapi, con le quali abbiamo instaurato una ottima sinergia – conclude il sindaco – sia un ulteriore stimolo per una raccolta differenziata di qualità, un metodo per sensibilizzare i nostri concittadini e un nuovo passo in avanti per tenere più pulita e rendere sempre più bella Montesilvano».

Pile esauste: concluso il concorso per le scuole

Si è concluso il concorso promosso dal CDCNPA (Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori), in collaborazione con Ancitel Energia e Ambiente, che ha visto competere le scuole di 11 Comuni in tutta Italia – fra cui le scuole di Montesilvano – in una sfida alla raccolta di pile esauste.

Sul podio l’Istituto Comprensivo “G.Garibaldi” di Genazzano (RM) che ha raccolto un quantitativo totale di 166 kg di pile usate, grazie al coinvolgimento attivo di 258 studenti, che hanno aderito alla gara. Al secondo e terzo posto, gli istituti comprensivi di Urbino “Istituto Comprensivo Pascoli” e Cupra Marittima (AP) con “ISC Cupra Marittina e Ripatransone”.

Waste Travel 360, i bambini della Troiano Delfico in viaggio virtuale tra i rifiuti

Ripensare il rifiuto come elemento di valore. Parte da questo assunto, il progetto “Waste Travel 360”, elaborato da Ancitel Energia e Ambiente con il supporto tecnico della start up Pearl Eye, che ha toccato 60 Comuni in tutta Italia e oggi è approdato a Montesilvano. Con la collaborazione del Comune di Montesilvano, di Formula Ambiente e Sapi srl, nella Sala Di Giacomo di Palazzo Baldoni, questa mattina gli alunni delle classi quarte dell’Istituto Comprensivo Troiano Delfico hanno fatto un vero viaggio virtuale nell’economia circolare per scoprire processi alla base dei rifiuti.

Dopo una prima panoramica generale sul mondo dei rifiuti, i ragazzi hanno partecipato attivamente. Con l’ausilio di un visore hanno visitato virtualmente impianti di riciclo, interagendo con materiali di ben 14 categorie merceologiche.

«Questo progetto  – spiega Marialoreta Mucci, project manager Waste Travel 360 di Ancitel Energia e Ambiente –  ha l’obiettivo di mettere la tecnologia al servizio della didattica, per rendere accessibili a tutti, mondi come quello della trasformazione dei rifiuti attraverso la realtà virtuale».

«La sensibilizzazione alla raccolta differenziata e alla valorizzazione del rifiuto – spiega l’assessore all’Igiene Urbana Paolo Cilli –  deve iniziare fin da piccoli. Questo progetto riesce, attraverso la tecnologia, il gioco e i linguaggi adatti ai bambini, a trasferirgli l’importanza di rivalorizzare il rifiuto stesso. I bambini sono stati molto partecipi, dimostrando di avere una consapevolezza e una ottima base di conoscenza dell’argomento. Tutte queste iniziative arricchiscono quel percorso volto a rendere Montesilvano una città attenta alla differenziazione dei rifiuti e al rispetto dell’ambiente».

Ai bambini, dopo l’esperienza virtuale attraverso il visore, sono stati consegnati quaderni gioco, contenenti le linee guida sul riuso dei materiali. Tra le attività anche un rap sulla raccolta differenziata dal titolo “Non mi rifiuto”.

«Formula Ambiente e Sapi – dichiara Nicola della Corina, referente per l’Abruzzo di Formula Ambiente – sono impegnate da dieci mesi nell’implementazione del servizio porta a porta su parte del territorio comunale al fine di favorire la raccolta differenziata. Attualmente stiamo servendo 5000 utenze per circa il 20% del totale. L’obiettivo è quello di estenderle prima dell’estate prossima a tutta la riviera e arrivare al 40% della raccolta differenziata».

Nel mese di gennaio si terrà una nuova giornata con gli alunni delle classi quinte. Inoltre entro il 18 dicembre gli alunni della Troiano Delfico potranno conferire le pile esauste in appositi contenitori distribuiti nei plessi della scuola, partecipando al concorso nazionale promosso dal CDCNPA (Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori), in collaborazione con Ancitel Energia e Ambiente,  che vedrà la consegna di un premio in denaro alle scuole che raccolgono più quantitativi di pile.

Montesilvano: Raccolta differenziata, Maragno presenta all’Ecomondo di Rimini l’isola ecologica “go-go stazionario”

Ancora un nuovo tassello nel percorso avviato dall’Amministrazione Maragno per potenziare la raccolta differenziata a Montesilvano. A partire dalla fine del mese di novembre verrà installata  l’isola ecologica “go-go stazionario” prodotta da E.S.A. spa Ecologia, soluzione  ambiente di Bibbiano (RE).

Teatro della presentazione ufficiale, l’Ecomondo, la fiera internazionale, leader della green e circular economy nell’area euro-mediterranea, in corso a Rimini fino al 10 novembre.

A lanciare la novità montesilvanese il sindaco Francesco Maragno, l’assessore all’ambiente Paolo Cilli e Nicola della Corina per Formula Ambiente e Sapi.

L’isola ecologica di 6,50 x 2,20 metri permette il conferimento dei rifiuti differenziati e consente il riconoscimento dell’utenza per ogni bocca, per mezzo del codice fiscale. I 5 differenti tipi di rifiuti possono essere alloggiati in cassonetti di dimensioni tra i 120 e i 1100 litri carrellati.

«Questa isola ecologica –  dichiara il sindaco Francesco Maragno  – è un ulteriore strumento messo a disposizione di tutti i cittadini, che consentirà di realizzare una perfetta raccolta differenziata. L’isola ecologica, la prima di una serie che andremo a collocare su tutto il territorio, permette ai residenti di conferire i loro rifiuti differenziati, al momento del bisogno. L’obiettivo che sta muovendo ogni azione della nostra Amministrazione in collaborazione con la società di gestione dei rifiuti Formula Ambiente e Sapi è quello di raggiungere il 65% di raccolta differenziata, fissato per legge. Per fare questo, stiamo conducendo una graduale estensione della raccolta con sistema porta a porta su tutto il territorio. A tal proposito sono molte le iniziative condotte proprio in questi giorni per sensibilizzare i cittadini e coinvolgere gli amministratori di condominio delle due nuove zone della città, interessate dalla nuova modalità di raccolta. Solo con l’impegno di ciascuno di noi è possibile ottenere risultati sempre più ambiziosi e significativi».

Prosegue infatti il percorso di estensione della modalità di raccolta porta a porta, oggi realtà affermata in tutta Montesilvano Colle, dove, nel mese di ottobre, si è registrata una percentuale di rifiuti differenziati dell’80,42%. In questi giorni sono in corso tutte le procedure per estendere il sistema porta a porta ad altre 2500 utenze, nelle zone PP1 e al confine con Pescara.

Raccolta porta a porta, pronti alla nuova fase 

incontro in Comune con gli amministratori di condominio delle nuove zone coinvolte

Localizzazione dei nuovi bidoni, le modalità di raccolta e altre soluzioni pratiche. Questi gli argomenti al centro dell’incontro tecnico che si è svolto a Palazzo di Città tra l’assessore all’Igiene Urbana Paolo Cilli, Nicola della Corina per ConsorzioFormula Ambiente/ Sapi e gli amministratori dei condomini degli immobili dell’area PP1 e Zona Sud che stanno per essere interessati dalla nuova modalità di raccolta differenziata porta a porta.

In questi giorni, infatti, sono in corso le procedure per estendere il servizio nella sua nuova modalità, già attiva in tuttaMontesilvano Colle, dove ha raggiunto le percentuali di differenziata dell’85%, anche ai quartieri a sud e a nord della città.

“I risultati costantemente conseguiti  – spiega Paolo Cilli – dimostrano quanto la differenziata porta a porta che si sta implementando in città sia fondamentale per il bene dell’ambiente: la percentuale di differenziata a settembre è del 29,03%, in costante crescita rispetto al mese di agosto e di luglio, rispettivamente del 28,09% e del 26,32%. Nello stesso periodo si registra anche una sensibile diminuzione dei rifiuti indifferenziati rispetto al mese precedente e al mese di settembre 2016. Il quantitativo di rifiuti indifferenziati del mese ammonta a totali 1.626.490 kg, mentre il quantitativo del mese di agosto 2017 è pari a 1.994.850  kg e il dato di settembre 2016 è pari a 1.928.880 kg, con una distinta e sensibile diminuzione dei rifiuti indifferenziati a beneficio di quelli raccolti e movimentati in modo differenziato pari a oltre i 300.000 kg totali. Tali numeri sono la dimostrazione dei risvolti positivi che il cambio di passo voluto dalla nostra Amministrazione sta portando sul territorio rendendolo più bello, grazie all’assenza dei cassonetti stradali, più pulito e più sostenibile. È importante in questo percorso un cambiamento di mentalità ormai necessario anche come vera e propria questione di civiltà”.

Durante l’incontro, Paolo Cilli ha inserito l’azione in corso inquadrandola in un contesto più ampio confrontandola anche con i comuni limitrofi.  Nicola della Corina ha portato agli amministratori condominiali alcune esperienze già attivate in altri luoghi nella gestione di questa nuova pratica. Nei prossimi giorni, in collaborazione con gli amministratori condominiali e gli inquilini, verranno studiate le soluzioni migliori per rendere più fluido il regolare conferimento dei rifiuti.